• 14-SEP-2013

Lamborghini investe sulla logistica, inaugurato un nuovo centro di 10.000 metri quadri

Sant'Agata Bolognese, 14 Settembre 2013 - Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Automobili Lamborghini, ha inaugurate oggi il Centro Logistico, uno spazio coperto dicirca 10.000 m2 nel cuore dello stabilimento produttivo Lamborghini.

II nuovo edificio e realizzato con soluzioni di avanguardia che permettono una razionalizzazione dei trasporti, una ottimizzazione dei processi logistici e una riduzione delle emissioni di COz.

Quest'inaugurazione rappresenta un ulteriore segnale di crescita per l'azienda bolognese in un periodo difficile per l'economia del nostro Paese. L'investimento ingente, che ha condotto in soli 120 giorni alia realizzazione del nuovo centro, rientra in un progetto strategico piu ampio che vede Lamborghini fortemente attiva sui fronte della sostenibilita ambientale del proprio sito produttivo e delle proprie vetture e del costante miglioramento dei suoi processi produttivi.

Si avvia a conclusione il prima ciclo di investimenti, che ha condotto nel 2010 alia creazione di uno dei piu grandi impianti fotovoltaici della Regione, nel 2011 all'apertura della stabilimento dedicate alia produzione della monoscocca in carbonic del modello Aventador, nel 2012 all'inaugurazione del centro per lo sviluppo dei prototipi e vetture pre-serie e a inizio 2013 alia realizzazione del nuovo ristorante aziendale.

Con il nuovo stabilimento inaugurate oggi Lamborghini segna un ulteriore passo verso il completamento del Progetto COz neutrale entro il 2015.

All'incontro hanna partecipato numerosi esponenti del mondo politico e istituzionale, tra cui I'On. Senatore Francesco Aracri, Membro deii'Sa Commissione Permanente Lavori Pubblici, Trasporti e Comunicazione del Senato e I'Assessore aile Attivita Produttive e Turismo della Provincia di Bologna, Graziano Prantoni.

Stephan Winkelmann ha dichiarato: "II Centro Logistico che inauguriamo oggi e un altro traguardo raggiunto nel nostro percorso di crescita e sviluppo. Lamborghini e passata in 50 anni di storia da 10.000 a 80.000 mq, di cui circa 15.000 solo nell'u/timo biennia. Siamo un' Azienda di Eccellenza mondiale e per questa motivo riteniamo fondamentale investire in modo rilevante in tecnologie, processi produttivi, ambiente e stabilimenti molto piu di quanta fanno i nostri concorrenti. Negli ultimi 5 anni abbiamo investito in Ricerca e Sviluppo if 20% del nostro fatturato, quattro volte in piu rispetto alia media del settore. Lamborghini, pur essendo un'azienda globale che opera in tutto il mondo, e a/ tempo stesso molto radicata net territorio. Siamo convinti che Ia costante ricerca che ci caratterizza e i crescenti investimenti, anche in un momenta di crisi del nostro Paese, abbiano un notevole impatto positivo non solo sui nostro territorio ma anche sui/a diffusione del Made in Italy al/'estero".

L'edificio e stato realizzato in collaborazione con lo studio d'ingegneria e architettura Prospazio, mentre Schnellecke si riconferma il partner logistico per tutte le attivita inerenti al centro.

Grazie agli impianti e ai materiali d'avanguardia utilizzati per Ia sua costruzione, il nuovo Centro ha ottenuto Ia classe energetica A e, grazie a impianti di produzionedi energia da fonti rinnovabili, e conforme ai criteri nZEB (net Zero Emission Building). Rispetto al precedente centro, che si trovava a una decina di chilometri dallo stabilimento di Sant'Agata, l'attuale Centro Logistico permette una riduzione dei costi di trasporto e quindi delle emissioni di C02 prodotte.

Sono stati inoltre apportati miglioramenti nei processi qualitativo-logistici grazie a una maggiore razionalizzazione delle aree di carico e scarico.

Durante Ia cerimonia di inaugurazione e inoltre intervenuto Massimo Berlin, Direttore Generale di DNV ltalia, uno dei principali organismi di certificazione a livello mondiale, che ha consegnato ufficialmente a Lamborghini, come prima azienda del settore automotive in ltalia, Ia certificazione ISO 14064. Tale certificazione e Ia prima al mondo rilasciata dall'ente DNV.

L'ottenimento di questa certificazione e il risultato di un progetto di collaborazione avviato l'anno scorso con il Ministero deii'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha permesso di definire una metodologia per l'analisi e Ia contabilizzazione del totale delle emissioni di C02 prodotte (carbon footprint), durante le fasi di realizzazione delle monoscocche e delle parti in fibra di carbonic.