MIURA
Anno di costruzione: 1969 – 1971
Motore: V 12 – cilindrata da 4 litri

Potenza: 370 CV

Velocità max: 285 km/h

Numero di esemplari: 338

Poche sono le vetture che hanno cambiato il mondo dell'automobile come la Miura. Con il motore centrale e l'affascinante carrozzeria progettata da Marcello Gandini per Bertone, nel 1966 Lamborghini ridefinì il concetto di Super Car. Scettico riguardo alla possibilità di vendere un elevato numero di esemplari di quest'auto sportiva, Ferruccio Lamborghini diede il via libera alla produzione in piccola serie. Tra il 1966 e il 1969 vennero realizzati 275 esemplari di Miura da 350 CV e solo nel 1969 venne lanciata sul mercato la sua evoluzione, il modello Miura S da 370 CV.

Miura SV: Anno di costruzione: 1971 – 1972

Motore: V 12 – cilindrata da 4 litri

Potenza: 385 CV

Velocità max: 300 km/h

Numero di esemplari: 150

Entrato nella leggenda con i modelli Miura e Miura S fin dall'inizio della loro produzione del 1966, nella primavera del 1971 Ferruccio Lamborghini sorprese il mondo con la nuova Super Car Countach LP 500. La domanda ancora elevata per il modello Miura e le attività di preparazione ancora in corso per la produzione in serie della Countach LP 500, indussero la casa automobilistica a presentare un'evoluzione della Miura, il modello SV, che si distinse per i parafanghi più ampi e il motore fortemente rielaborato da 385 CV, con sistemi di lubrificazione separati per motore e cambio. L'ultima Miura SV venne consegnata il 15 gennaio 1973 al figlio del costruttore automobilistico Ferdinando Innocenti.

COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA