• 30-JUN-2019

Lamborghini Super Trofeo Europa, nel buio di Misano doppio "flash" di Imperiale

Sant’Agata Bolognese/Misano Adriatico, 30 giugno 2019 – "Uno-due" del team Imperiale Racing, nella prima gara di Misano che si è disputata sabato in notturna. A inaugurare il secondo appuntamento del Lamborghini Super Trofeo Europa, è stato l'equipaggio formato da Vito Postiglione e dal ventenne Kikko Galbiati, quest'ultimo pilota dello Young Drivers Program e al suo primo successo assoluto nella serie riservata alle Huracán Super Trofeo Evo.

Dietro di loro hanno concluso i compagni di squadra Karol Basz e Bartosz Paziewski, con il primo autore della pole e leader durante il suo "stint" di guida iniziale. Danny Kroes e Sergei Afanasiev hanno completato il podio con i colori della Bonaldi Motorsport.

Grazie anche al terzo e secondo posto conquistati nel round d'apertura di Silverstone dello scorso maggio, Postiglione e Galbiati sono balzati in testa alla classifica della classe Pro. Un'affermazione frutto di una strategia perfetta, con Postiglione che è scattato dalla prima fila, rimanendo costantemente attaccato a Basz e riuscendo a sfruttare bene una neutralizzazione resasi necessaria prima dei pit-stop a causa dell'uscita di pista di Josef Zaruba. Quindi Galbiati, salito in macchina nel corso delle soste, è stato abile a operare il sorpasso decisivo nei confronti di Paziewski a un quarto d'ora dalla conclusione, rimanendo poi al comando fino all'arrivo.

In Pro-Am, primo successo della stagione per Harald Schlegelmilch e Shota Abkhazava (ArtLine Team Georgia), dopo che a guidare nelle fasi iniziali era stato il rientrante Luca Demarchi, che si è alternato al volante di una vettura della GT3 Poland con Grzegorz Moczulski. Ritiro eccellente dopo neppure un giro, quello di Piero Necchi (settimo assoluto nel proprio turno di prove ufficiali), in equipaggio sulla vettura n.55 del team Imperiale Racing con Loris Spinelli.

Profeta in patria nella classe Am è stato Raffaele Giannoni, in forza al team Automobile Tricolore. Primo successo di quest'anno nella Lamborghini Cup per Gerhard van Der Horst, dopo un arrivo in volata con la vettura della Semspeed divisa dai fratelli François e Benoît Semoulin, in Inghilterra due volti primi. A fare il suo ritorno sul podio della stessa classe, è stato infine Josè Collado (AGS Events).
 
Nel pomeriggio, alle ore 15.40, prenderà il via Gara 2, sempre della durata di 50 minuti, con la partenza lanciata e il pit-stop obbligatorio da effettuarsi tra il ventesimo e il trentesimo minuto. Ad avviarsi dalla pole questa volta sarà Spinelli, sabato autore del miglior tempo nella seconda sessione di qualifica proprio davanti al suo compagno di squadra Galbiati. Appuntamento con il live streaming sulla pagina Facebook e il canale YouTube di Lamborghini Squadra Corse.
 
LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Kikko Galbiati (1. assoluto e Pro): "Abbiamo costruito bene questo successo. Anche grazie all'ottimo lavoro svolto dal team, che ha letteralmente stravolto la macchina più volte nelle libere ed in qualifica, per adattarla al meglio alle difficili condizioni del tracciato, con tanto caldo. Ho iniziato la mia avventura in Lamborghini a Valencia, nel 2016, conquistando in quella occasione una vittoria di classe. Dopo tre anni è finalmente arrivato anche questo primo successo assoluto".

Shota Abkhazava (1. Pro-Am): "È stata una gara molto dura e combattuta. Abbiamo dato il meglio. La squadra ha fatto un ottimo lavoro, così come Harald [Schlegelmilch], sempre velocissimo. Sono molto contento di questo primo successo".
 
Raffaele Giannoni (1. Am): "Sono stato davanti nelle libere, in qualifica e poi anche in gara. Ho provato a non pensare al grosso "botto" che ho avuto proprio qui lo scorso anno in prova. Avevo un debito con Misano e sono riuscito a riscuoterlo".

Gerhard van Der Horst (1. Lamborghini Cup): "Non è stato facile, con la vettura dei Semoulin alla fine distanziata di un solo decimo. Una Gara 1 molto tirata, che promette grande lotta anche per la seconda di questo pomeriggio".